FSI Language Course: Italian FAST Lesson 10

Listen to or download audio (right click and choose Save As...)


Lesson 10: Getting Around

Dialog for Listening: You are supposed to meet a friend in town, and since it would be too far to walk, you decide to take a bus. You stop a passerby ...

Lei: Scusi, che autobus posso prendere per andare in Via Giovanni Pascoli?
Passante: Deve prendere il 58. La fermata dell'autobus è qui nella piazza. Il biglietto lo prende dal tabaccaio.
Lei: Scusi, non capisco. Può parlare più adagio, per favore?
Passante: Certamente. Prenda il 58. La fermata dell'autobus è proprio qui di fronte, nella piazza.
Lei: Ah! Grazie mille.

(at the tobacco shop)

Lei: Un biglietto per l'autobus, per favore.
Tabac: Sono ___ (lire). Grazie.

(on the bus)

Lei: Scusi, per andare in Via Giovanni Pascoli, dove devo scendere?
Signora/e: Deve scendere all'angolo di Via Messina. È la prossima fermata. Suoni il campanello perché è una fermata a richiesta.
Lei: Quale campanello? Dov'è?
Signora/e: È accanto alla porta, a destra.
Lei: Grazie. Permesso ... permesso ... scendo alla prossima.

Tabac: Tabaccaio/a

Vocabulary

adagio slowly
più adagio more slowly
autobus (m.) (intra-city) bus
campanello (m.) bell
certamente certainly
che which
deve prendere (from prendere) you have to take
fermata (f.) stop
fermata dell'autobus bus stop
fermata a richiesta optional stop
fronte front
di fronte in front
proprio qui di fronte right in front here
lo it (referring to the ticket)
lo prende (from prendere) you take it
Non capisco. (from capire) I don't understand.
per (+ infinitive) in order to
permesso permission
Permesso ... permesso ... Pardon me . .. pardon me ...
posso prendere (from prendere) can I take
prenda (from prendere) take (singular command)
prossimo next
può parlare (from parlare) can you speak
scendere to get off, go down
Dove devo scendere? Where should I get off?
deve scendere you have to get off
Scendo alla prossima. I get off at the next stop.
suonare to ring
suoni ring (singular command)
tabaccaio (m.) tobacconist
dal tabaccaio at the tobacco shop

Language - Usage Notes [Not Recorded]

1. Note the use of per before an infinitive in line 1 of the dialog. It is obligatory when the meaning is "in order to..."

2. The prepositions in and a may be used to indicate either movement to or location in or at. The choice of in or a usually depends on the word that follows. Learning which words take in and which take a must be done through observation.

È in Via Giovanni Pascoli. (location in)
Va in Via Giovanni Pascoli. (movement to)
È a Roma. (location in)
Va a Roma. (movement to)

3. Some prepositional phrases end in di, as all'angolo di "at the corner of." Others end in a, as di fronte a "in front of," accanto a "next to, " and vicino a "near."

all'angolo di Via Messina at the corner of Messina Street
di fronte alla fermata in front of the stop
accanto alla porta next to the door
vicino al campanello near the bell

In all these cases, the word qui or lì may precede the expression with the final di or a dropped. This changes it into an adverbial phrase.

lì/qui all'angolo on the corner (t)here
lì/qui di fronte in front (t)here
lì/qui accanto next to (t)here
lì/qui vicino near (t)here

4. The verb form capisco, from the verb capire, shows a present tense io form ending in -isco. This is normal for most verbs with infinitives in -ire.

5. The preposition da followed by a word indicating a person (e. g., il tabaccaio) is used to indicate movement to or location in or at the piace normally associated with the person. Thus: dal tabaccaio "at the tobacco shop."

6. A direct object noun may precede a verb for emphasis. In such cases a direct object pronoun corresponding to the noun is required with the verb.

Il biglietto lo prende dal tabaccaio. You get the ticket at the tobacco shop.

7. Note the use of il 58 to indicate "bus number 58."

8. A bus stop may be obbligatoria "mandatory" or facoltativa/a richiesta "optional." A bus is expected to stop at ali mandatory stops. However, it only stops at optional stops if a passenger rings the bell or if someone at the stop signals it.

9. Do not confuse scusi with permesso. Two frequent uses of the latter are: 1) to edge or to make your way past someone and 2) to ask permission to enter. In most other cases scusi is used in situations in which English might use "excuse me."

 

Additional Vocabulary

acquistare to buy, purchase
bottone (m.) button
conducente (m. f.) driver
controllore (m.) ticket inspector
dall'altra parte della strada across the street
giornalaio (m.) newspaper vendor
invalido disabled
laggiù down there
lato (m.) side
mettersi in fila to get in line
ora di punta rush hour
passeggero passenger
sia ... che either ... or
spingere to push

 


Getting the Feel of it: Pronunciation Practice

Lei: Scusi, che autobus posso prendere per andare in Via Giovanni Pascoli?
Lei: Scusi, non capisco. Può parlare più adagio, per favore?
Lei: Ah! Grazie mille.
Lei: Un biglietto per l'autobus, per favore.
Lei: Scusi, per andare in Via Giovanni Pascoli, dove devo scendere?
Lei: Quale campanello? Dov'è?
Lei: Grazie. Permesso ... permesso ... scendo alla prossima.


Working with the Language

Model 1

Q: Lei vuole andare in Via Giovanni Pascoli?
Q: Sì, che devo fare per andare lì?

Lei vuole scendere all'angolo di Via Messina? Sì, che devo fare per scendere lì?
Lei vuole prendere l'autobus che va in centro? Sì, che devo fare per prendere l'autobus che va in centro?
Lei vuole comprare il biglietto? Sì, che devo fare per comprare il biglietto?
Lei vuole andare dal tabaccaio? Sì, che devo fare per andare lì?
Lei vuole ritirare i bagagli? Sì, che devo fare per ritirare i bagagli?
Lei vuole lasciare un messaggio? Sì, che devo fare per lasciare un messaggio?
Lei vuole parlare con la cameriera? Sì, che devo fare per parlare con la cameriera?
Lei vuole prenotare una camera? Sì, che devo fare per prenotare una camera?

 

Model 2

Statement: È in Via Giovanni Pascoli.
Response: Dobbiamo andare in Via Giovanni Pascoli, allora.

È in Via Messina. Dobbiamo andare in Via Messina, allora.
È a Roma. Dobbiamo andare a Roma, allora.
È nella piazza. Dobbiamo andare nella piazza, allora.
È dal tabaccaio. Dobbiamo andare dal tabaccaio, allora.
È lì di fronte. Dobbiamo andare lì di fronte, allora.
È a Milano. Dobbiamo andare a Milano, allora.
È dal console. Dobbiamo andare dal console, allora.
È di fronte all'albergo. Dobbiamo andare di fronte all'albergo, allora.


Model 3

Q: La fermata dell'autobus è di fronte alla tabaccheria?
A: Sì, è proprio lì di fronte.

Il ristorante è all'angolo di Via Messina? Sì, è proprio lì all'angolo.
Il campanello è accanto alla porta? Sì, è proprio lì accanto alla porta.
L'ufficio è vicino alla fermata dell'autobus? Sì, è proprio lì vicino.
La dogana è vicino all'uscita? Sì, è proprio lì vicino.
L'albergo è di fronte all'Ambasciata? Sì, è proprio lì di fronte.
La valigia è vicino alla finestra? Sì, è proprio lì vicino.

 

Model 4

Q: Lei capisce tutto?
A: No, non capisco tutto.

Lei restituisce tutto? No, non restituisco tutto.
Lei finisce tutto adesso? No, non finisco tutto adesso.
Lei capisce tutto? No, non capisco tutto.
Lei fa tutto oggi? No, non faccio tutto oggi.
Lei ritira tutto? No, non ritiro tutto.
Lei lascia tutto? No, non lascio tutto.

 

Model 5

Q: Dove posso prendere il carrello?
A: Il carrello? Lo prenda all'uscita. (student's choice)

Dove posso cambiare i dollari? I dollari? Li cambi all'ufficio cambi.
Dove posso mettere la valigia? La valigia? La metta sul tavolo.
Dove posso lasciare il messaggio? Il messaggio? Lo lasci sul tavolo.
Dove posso prendere il 56? Il 56? Lo prenda lì all'angolo.
Dove posso prendere l'autobus? L'autobus? Lo prenda qui di fronte.
Dove posso ritirare il passaporto? Il passaporto? Lo ritiri al consolato.

 


Reading for Content


Il signor Franchi, dopo l'esperienza del tassì, decide di fare un giro a piedi. Si avvia così, verso il centro. La strada che sta percorrendo, è affollata; ci sono molti giovani, forse studenti, perché lì vicino c'è un'università. A mezzogiorno, ha un appuntamento con un collega all'Ambasciata. Il signor Franchi sa che l'Ambasciata è lontana da dove si trova lui, e non sa come arrivarci; quindi ferma un passante, e gli chiede che autobus può prendere per andare all'Ambasciata Americana. Il signore gli risponde che deve prendere il 13, e che la fermata dell'autobus è all'angolo di Via Vittorio Emanuele e Via Torino.

 

Mark "True" or "False" for each of the following statements.


1. Mr. Franchi is going downtown by taxi.

or False

2. The street is crowded.

or False

3. Many of the people on the street appear to be students.

or False

4. Mr. Franchi has to meet a colleague of his.

or False

5. The Embassy is not far from where he is.

or False

6. Mr. Franchi asks a passerby which bus he can take to get to the Embassy.

or False

7. The passerby tells him that it's not very easy to get a bus because the bus stop is so far away.

or False

 

Click here to jump down to the answers.


CULTURAL NOTES


INTRA-CITY BUSES
Italian intra-city buses are referred to as autobus; streetcars are called tram.

The bus system in Italy is very efficient. In large cities, a bus passes a stop every five to ten minutes at any hour of the day. Buses leave a starting point and travel along a fixed route to the end of the line. After a brief waiting period they
return along the same route in the opposite direction.

You must buy a ticket at either a tabaccheria (tobacco shop), a bar (café), or an edicola (newspaper stand) before getting on the bus. You should keep your ticket until you leave the bus. There are ticket inspectors who may get on the bus at any time to see if passengers have the appropriate tickets. If caught without the appropriate ticket, you have to pay a fine. A monthly bus pass may be purchased for use on a single route or on all routes.

Bus lines are differentiated by letters of the alphabet, numbers, and colors.

Buses that run after midnight are called notturni, and pass by at a frequency that varies from fifteen minutes to one hour.

Bus stops normally show a complete list of all the buses or streetcars that stop there. In addition, all the main streets and squares along the bus route are also noted, and the end of the line is shown in bold letters.

Because of the low fares, buses are usually very crowded, especially during rush hour. Italians detest waiting in line and lines are, therefore, not customary in Italy. When on the bus and approaching your stop, you should attempt to approach
the exit by politely saying: permesso.

Inter-city buses are called pullman or corriere. Their color is different from that of city buses.

Tickets can be bought at travel agencies, at bus terminals, or on the bus. Italy has no national bus line, and bus companies are either privately owned or owned by the local government.

Travel agencies and the Yellow Pages are the sources of itineraries and hours.

Useful vocabulary:

pullman inter-city bus
corriera inter-city bus
fila line
itinerario itinerary

 

SUBWAYS
The newest, most comfortable way to get around in Milano and Roma is the subway or Metro (la Metropolitana). In Roma, the modern, rapid, and convenient "A" and "B" lines which cross the city in every direction have revolutionized the Romans' inner-city travel. For a small amount, you can go from one end of Rome to another. Line A extends from Ottaviano (in the Vatican area) to Tuscolano Anagnina (in the Cinecittà area). Line 8 goes from Stazione Termini to Laurentina. It takes approximately 20 minutes for a trip that could take up to two hours with the city's crowded, jostling buses. For sightseeing in Rome, the most useful Metro stops are those located between Ottaviano and San Giovanni (St. John Lateran).

In Milano, there are two subway lines, each with two efficient branches. One connects San Siro, one of the best suburban residential areas, to Piazza Duomo, the heart of Milan, and continues on the other side to Sesto San Giovanni. At both
ends, there are two connecting branches. The second line basically connects three of Milan's four train stations--Stazione Centrale, Stazione Nord, and Stazione di Porta Genova, and continues to Gorgonzola. A third line is under construction and will run in a north-south direction. The service of the Milan subway is excellent, and for the price of a ticket, you can take any number of connecting streetcars and/or buses during the 70-minute period for which the ticket is valid.

Stations in both cities are marked by a large M sign above ground. Easy-to-read maps appear in each station and each car of the metro trains.

Ticket machines, located in the subway stations in Rome and also near many streetcar stops in Milan, take only coins, so you should keep a supply on hand. However, there are also ticket windows in each station if you do not have change. In Rome, month-long passes can be bought at tobacco shops at a savings, while in Milan both month-long and year-long passes can be bought at the A.T.M. (Azienda Tranvaria Milanese).


Answers

True or False:

1. F
2. T
3. F
4. T
5. F
6. T
7. F


← Back to Lesson 9 or Go on to Lesson 11 →


Return to top of page ↑


© 1997 - 2014 Jennifer Wagner

ielanguages [at] gmail [dot] com

DisclaimerSite Map